“People are quite aware that some neighborhoods are gloomy and others pleasant.
But they generally simply assume that elegant streets cause a feeling of satisfaction
and that poor streets are depressing, and let it go at that.”

Guy Debord

The objective was to rediscover the city through its contradictions’ complexity, Suburban exploration have been recorded by means of a collective game. Every participant receive the invitation to pay attention to details, to focus on barren surroundings, distant from our usual habits. Building up our narration is not just collecting datas, is about opening a profound research, inducing viewers to develop a standpoint against shallowness of our time, and to search through the complexity of what is hidden.

Basta monossido

Il signor Angelo
Incrocio Tiburtina – traffico, dialogo tra due ragazzi
Lasciamo grandi spazi disabitati e una zona industriale
per tornare tra palazzi e macchine
Ci indica uno scuola bus Giallo anni 90 abbandonato da
esplorare
Cornacchie sotto un cielo rosso, sopra cavi della
corrente.
Una nave, casa di Nikolaj
una macchina, credo un maggiolino nuovo, accellera
sirena ambulanza
autobus
catena bici
uomo al telefono
Buon divertimento
Si alza il vento mentre la sera cade sul campo arato
L’uomo dai pantaloncini rossi ripassa fra quelli seduti ad
ascoltare
I lampi mi salutano
Odore di marcio
clacson di motorino in via tiburtina
voce di bambino lontana
fischietto bici che passa
guardiano parco voce
grilli
moto
cane abbaia
finestra che si chiude
rumore macchina
fontanella
“Quando ti ho scritto…” in dialetto calabrese
Viviamo nella paura ed è così che non viviamo
Rientrati nella civiltà (arrivando in Via Tiburtina)
Bancomat – Qualcuno del gruppo preleva

Related portraits